Archivio Legislativo

Dettaglio notizia

 
   26-05-2000 - Circolare Ministero delle comunicazioni
 

  
IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249;
Visto il decreto-legge 18 novembre 1999, n. 433, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 gennaio 2000, n. 5, recante
"Disposizioni urgenti in materia di esercizio dell'attivita'
radiotelevisiva locale e di termini relativi al rilascio delle
concessioni per la radiodiffusione televisiva privata su frequenze
terrestri in ambito locale";
Vista la deliberazione dell'Autorita' per le garanzie nelle
comunicazioni n. 177/00/CONS, concernente la "Proposta di
disciplinare per il rilascio delle concessioni per la radiodiffusione
televisiva privata su frequenze terrestri, in ambito locale",
adottata nella riunione del 29 marzo 2000, e trasmessa al Ministero
delle comunicazioni con nota prot. n. 808/00/RM del 31 marzo 2000;
Visto il proprio provvedimento adottato in data 19 aprile 2000,
recante "Disciplinare per il rilascio delle concessioni per la
radiodiffusione televisiva privata in ambito locale su frequenze
terrestri", registrato alla Corte dei conti il 26 aprile 2000, e
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 101
del 3 maggio 2000;
Considerato che, ai sensi del citato decreto-legge n. 433, del
1999, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 5 del 2000, le
domande di concessione per la radiodiffusione televisiva privata su
frequenze terrestri in ambito locale devono essere presentate al
Ministero delle comunicazioni entro il 30 giugno 2000;
Rilevato che il disciplinare per il rilascio delle concessioni
avrebbe dovuto essere emanato entro il 31 marzo 2000;
Considerato che per effetto del ritardo con il quale e' stato
adottato il predetto disciplinare, gli interessati dispongono di un
minor tempo per la predisposizione della documentazione da allegare
alla domanda di concessione;
Ravvisata l'opportunita' di accordare ai soggetti che presentano la
domanda di concessione entro la data del 30 giugno 2000, prevista
dalla citata legge 14 gennaio 2000, n. 5, una congrua dilazione del
termine per la produzione della documentazione a corredo della
domanda di concessione;
A d o t t a
la seguente circolare:
1. Fermo restando che le domande di concessione per la
radiodiffusione televisiva privata in ambito locale devono essere
presentate entro il termine del 30 giugno 2000, previsto dal
decreto-legge 18 novembre 1999, n. 433, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 gennaio 2000, n. 5, e dal decreto 19
aprile 2000, citato nelle premesse, la documentazione prevista negli
allegati 1 e 2, del predetto decreto 19 aprile 2000, consistente in
certificazioni rilasciate dagli organi competenti, potra' essere
presentata entro il 3 agosto 2000.
2. I soggetti che si avvalgono della facolta' di cui al comma 1,
devono indicare nella domanda di concessione le certificazioni che si
riservano di produrre entro il 3 agosto 2000 ed allegare alla domanda
stessa copia delle richieste di certificazione prodette agli organi
competenti.
3. La documentazione di cui al punto 1, deve essere accompagnata da
un foglio riepilogativo delle certificazioni che si trasmettono ed
inviata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento ovvero
consegnata a mano in busta recante all'esterno le stesse indicazioni
gia' utilizzate per la presentazione della domanda di concessione. Il
plico va indirizzato a: Ministero delle comunicazioni - Commissione
per la valutazione e la comparazione delle domande di concessione per
la radiodiffusione televisiva su frequenze terrestri in ambito
nazionale o locale - presso la Direzione generale concessioni e
autorizzazioni - viale America, 201 - 00144 Roma.
4. I soggetti che si avvalgano della facolta' di riepilogare i dati
contenuti nella domanda di concessione e nella documentazione
allegata su supporto magnetico, secondo gli allegati 3 e 4 del
decreto 19 aprile 2000, citato nelle premesse, devono esprimere i
dati contabili ivi richiesti in Lit/Mil anche ove non e'
espressamente indicato.
5. La presente circolare e' pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 26 maggio 2000
Il Ministro: Cardinale