Archivio Legislativo

Dettaglio notizia

 
   04-07-2003 - Bando di gara
 

   FONDAZIONE UGO BORDONI
Ente morale

Roma, via B. Castiglione n. 59
Tel. +39/0654803340, fax +39/0654804411


Invito a manifestare interesse - Sperimentazione di servizi di

televisione digitale terrestre (ai sensi della legge n. 3 del 16

gennaio 2003, art. 41, comma 7).

Alfine di incentivare lo sviluppo della radiodiffusione

televisiva in tecnica digitale su frequenze terrestri, la legge n. 3

del 16 gennaio 2003, all'art. 41, comma 7, stabilisce che:

a) il Ministero delle comunicazioni promuove attivita' di

sperimentazione di trasmissioni televisive digitali terrestri e di

servizi interattivi, con particolare riguardo alle applicazioni di

carattere innovativo nell'area dei servizi pubblici e

dell'interazione tra i cittadini e le amministrazioni dello Stato;

b)tali attivita' sono realizzate, sotto la vigilanza del

Ministero delle comunicazioni e dell'autorita' per le garanzie nelle

comunicazioni, con la supervisione tecnica della Fondazione Ugo

Bordoni attraverso convenzioni da stipulare tra la medesima

Fondazione e i soggetti abilitati alla sperimentazione ai sensi del

decreto legge n. 5 del 2001, convertito con modificazioni dalla legge

n. 66 del 2001 e della deliberazione n. 435/01/CONS dell'autorita'

per le garanzie delle comunicazioni, sulla base di progetti da questi

presentati;

c) fino alla data di entrata in vigore del provvedimento

previsto dall'articolo 29 della citata deliberazione n. 435/01/CONS,

per le predette attivita' di sperimentazione sono utilizzate, su base

non interferenziale, le frequenze libere o disponibili.

In base al decreto del Ministro delle comunicazioni del 20

maggio 2003 parzialmente modificato dal decreto del Ministro delle

comunicazioni del 27 giugno 2003, le attivita' di sperimentazione

sono soggette alla supervisione di un comitato di vigilanza

costituito da membri del Ministero delle comunicazioni e

dell'autorita' per le garanzie nelle comunicazioni.

La Fondazione Ugo Bordoni , a seguito del mandato ricevuto e nel

rispetto degli indirizzi del suddetto comitato di vigilanza, invita a

far pervenire manifestazione di interesse per la partecipazione alla

sperimentazione.

Possono manifestare interesse i soggetti abilitati alla

sperimentazione di trasmissioni in tecnica digitale terrestre ai

sensi del citato decreto legge n. 5 del 2001, convertito con

modificazioni dalla legge n. 66 del 2001 e ai sensi della

deliberazione n. 435/01/CONS dell'autorita' per le garanzie nelle

comunicazioni e i soggetti che abbiano presentato istanza di

autorizzazione ai medesimi sensi e che alla data di avvio della

sperimentazione risultino in possesso dei titoli di abilitazione

rilasciati dalle competenti autorita' del Ministero delle

comunicazioni. Tali soggetti devono esplicitamente impegnarsi a

includere nella loro sperimentazione servizi interattivi secondo il

dettato della legge n. 3/2003, art. 41, comma 7. Ai fini della

fornitura dei servizi della societa' dell'informazione e dei servizi

interattivi, i medesimi soggetti potranno stipulare accordi con

potenziali fornitori di contenuti di pubblica utilita', quali

ministeri, regioni, province, comuni, aziende sanitarie locali (con

particolare riferimento a servizi di telemedicina), aziende

ferroviarie, INPS, concessionari di servizi pubblici e consorzi di

sviluppo a partecipazione mista pubblico-privata.

Possono comunicare il proprio interesse anche altri soggetti,

quali produttori di apparati di utente, produttori di apparati di

multiplazione, trasporto e radiodiffusione di palinsesti digitali e

sviluppatori di applicazioni interattive su piattaforme di TV

digitale, al fine di essere segnalati come potenziali partner e

fornitori dei citati soggetti abilitati e comunque di essere tenuti

informati circa lo sviluppo della sperimentazione. In considerazione

che le sperimentazioni devono essere avviate con urgenza essendo

previsto, entro la fine del 2003, il dispiegamento di reti televisive

nazionali in tecnica digitale terrestre con copertura del 50% della

popolazione, gli interessati devono produrre un elaborato in cui

argomentino adeguatamente il loro interesse a partecipare alla

sperimentazione ai sensi della legge n. 3/2003 e indichino le regioni

nelle quali intendono effettuare tale sperimentazione. La

manifestazione di interesse corredata del suddetto elaborato deve

essere inviata alla Fondazione Ugo Bordoni , entro le ore 12 del 31

luglio 2003, mediante raccomandata a/r o consegna diretta a mano (con

rilascio in tal caso di apposita ricevuta), eventualmente

preannunciate da invio fax al n. 0654804411 o e-mail all'indirizzo

dvb@fub.it

In esito alla suddetta procedura di manifestazione di interesse, la

Fondazione Ugo Bordoni presentera' apposita relazione al comitato di

vigilanza per gli atti conseguenti. Nel caso in cui per alcune

regioni risultassero presentate piu' manifestazioni di interesse, il

comitato attivera' e rendera' pubblica una procedura di selezione.

Resta inteso che quanti avranno manifestato interesse dovranno

consentire il trattamento dei propri dati, anche personali, ai sensi

della legge n. 675/96 e s.m.i., per le esigenze procedurali e per la

stipula di convenzione ai sensi della legge n. 3 del 16 gennaio 2003,

art. 41, comma 7. Le modalita' di svolgimento della sperimentazione

sono descritte sul sito web del Ministero delle comunicazioni

www.comunicazioni.it e su quello della Fondazione Ugo Bordoni

www.fub.it Ulteriori informazioni possono essere richieste alla

Fondazione Ugo Bordoni , direzione del progetto DVB-T, tel.

0654803340, fax 0654803346, e-mail: dvb@fub.it

Roma, 4 luglio 2003

Il direttore generale della Fondazione Ugo Bordoni :

cons. Guido Salerno