Archivio Legislativo

Dettaglio notizia

 
   15-06-2005 - Raccomandazione
 

  

OGGETTO: PUBBLICITA' TELEVISIONE DI VIDEOGIOCHI

Vanno diffondendosi crescenti e giustificate preoccupazioni nelle famiglie per la portata a dir poco diseducativa di alcuni dei tanti videogiochi in vendita. La questione esula dalla competenza di questo Comitato, che peraltro non può disinteressarsi dei riflessi televisivi di un commercio caratterizzato da aspetti tanto delicati e della relativa pubblicità.
Mentre auspica che sopravvenga una regolamentazione ulteriore particolarmente sotto i profili commerciali, il Comitato ritiene per intanto doveroso di richiamare l'attenzione delle imprese televisive affinché, al momento di accettare inserzioni pubblicitarie riguardanti videogiochi, giocattoli, pupazzi, figurine e in genere prodotti ludici, quanto meno se le inserzioni sono destinate a programmazione in fascia protetta (h. 16.00 - 19.00), o in programmi destinati ai minori, verifichino, attraverso congrue certificazioni, che oggetto della pubblicità non siano prodotti destinati a ragazzi di età superiore ai 14 anni secondo la classificazione del codice PEGI (PanEuropean Game Information) promosso dalla ISFE (Interactive Software Federation of Europe).
 

Il Presidente
Dott. Emilio Rossi